Nelle edizioni 2012, 2013, 2014, 2015  sono stati sottoposti alla selezione della giuria del premio 260 soggetti d’inchiesta da 319 partecipanti.

L’opportunità di far diventare concreto un sogno, di riuscire ad esplorare la realtà difficile che viviamo e a raccontarla da autori. L’occasione è un premio giornalistico, quello che porta il nome di un vero maestro, Roberto Morrione, che tanto ha creduto e investito nei giovani.

E’ una iniziativa che premia il giornalismo d’inchiesta: ogni anno sceglie, fra quelli che pervengono alla giuria, tre progetti di inchiesta da finanziare. Le tre inchieste realizzate concorrono poi per un premio in denaro, la messa in onda su Rainews 24, la possibilità di trasformare il proprio lavoro in un libro e di partecipare a festival e incontri in Italia e all’estero.

Un’opportunità che significa visibilità, perché la storia più bella del mondo se non viene raccontata ad altri perde fatalmente bellezza e utilità.

Vincitori e finalisti della quinta edizione 2016

(prima edizione con due categorie in concorso: video inchiesta e webdoc d’inchiesta)

Durante i cinque mesi di produzione gli autori, oltre ad essere affiancati dai tutor giornalistici, sono stati seguiti dai tutor tecnici Francesco Cavalli e Stefano Lamorgese e dal tutor legalel’Avvocato Giulio Vasaturo

Vincitori e finalisti della quarta edizione 2015

Vincitori e finalisti della terza edizione 2014

  •  Anello di fumo di Edoardo Belli, Rossella Granata, Elena Risi e Valentina Vivona; tutor Alessandro Gaeta (primo premio ex aequo)
  •  I camion degli altri di Lorenzo Pirovano; tutor Francesca Barzini (primo premio ex aequo)
  • Una storia sommersa di Alessandro Accorsi e Giulia Bertoluzzi; tutor Mario Sanna

Vincitori e finalisti della seconda edizione 2013

Vincitori e finalisti della prima edizione 2012