“ANELLO DI FUMO”: da video-inchiesta a libro

“ANELLO DI FUMO”: da video-inchiesta a libro

Si torna al lavoro per seguire le tracce della Terra dei fuochi romana. Dopo la video inchiesta “Anello di Fumo”, realizzata grazie al sostegno del Premio Roberto Morrione, la casa editrice romana “Kogoi Edizioni”, partner del Premio, ha proposto al nostro gruppo la pubblicazione di un libro sui temi trattati nel filmato.

Durante le prime ricerche del nostro lavoro – iniziato ormai più di un anno fa – ci siamo ritrovati a seguire due filoni che scorrevano paralleli, uno ambientale l’altro sociale. Nel primo caso ci siamo destreggiati tra roghi tossici, discariche abusive e inquinamento dei territori. Seguendo le orme che ci hanno condotto nei più grandi campi rom della capitale, abbiamo incontrato tante persone che si sono confidate, raccontando storie di emarginazione, povertà e sfruttamento che coinvolgevano direttamente anche una parte del sistema politico ed economico.

Tornare su questi argomenti oggi è una sfida molto importante, perché alcune cose sono parzialmente cambiate, altre non esistono più, tante storie di disagio sono rimaste immutate. Insomma scrivere di inquinamento ambientale e campi rom significa, per certi aspetti, scrivere nuovi capitoli e cominciare nuove ricerche. E in effetti è proprio quello che stiamo facendo. Oltre a ricostruire la storia che fa da filo conduttore delle varie vicende, parallelamente abbiamo preso in mano nuovi libri e documenti, girando per biblioteche e scaricando documenti utili da Internet.

Siamo tornati a parlare con i vecchi protagonisti per farci raccontare le loro nuove storie e i cambiamenti riguardo a quanto ci avevano svelato un anno fa. Tutto si muove tra un prima e un dopo la linea temporale che fa da spartiacque: pre e post l’inchiesta di Mafia Capitale. Sicuramente è cresciuta la consapevolezza di tanti rappresentanti, istituzionali e non.

Ma se c’è un insegnamento che non dimentichiamo è che spesso “bisogna che tutto cambi perché ogni cosa resti uguale”, e proprio a questo punto della storia è importante cercare di capire cosa sta cambiando e come, quali sono le eventuali resistenze e perché.

Durante questo nuovo viaggio siamo sempre armati di macchina fotografica e telecamera, per raccontare a tutto tondo e non perdere l’occasione di continuare ad aggiornare chi segue questi temi, raccogliendo e componendo nuovo materiale.

Insomma, più che una trasposizione del lavoro video, nuovi incontri e nuove storie.

Rimanete sintonizzati!

Elena Risi, Edoardo Belli, Rossella Granata, Valentina Vivona