I canali: una lettera per conoscere l’inchiesta finalista

I canali: una lettera per conoscere l’inchiesta finalista

A tutti i nostri finalisti chiediamo di tenere un diario mensile per raccontare come sta nascendo l’inchiesta. Antonella Serrecchia  e Alessia Melchiorre*, finaliste della sesta edizione,  hanno deciso di farlo attraverso la forma epistolare. Una corrispondenza da e verso le stesse autrici, da un tempo immaginato come futuro.

Care Alessia e Antonella,

vi ringraziamo per la vostra lettera. Nel leggervi, abbiamo ritrovato su carta i sentimenti che stiamo provando in questi giorni. Questo secondo mese d’inchiesta è stato altrettanto intenso, forse anche più del primo.

E’ iniziato meno di trenta giorni fa, trenta giorni che sembrano un anno.

E’ iniziato con un viaggio, lungo, verso una delle terre più a sud del nostro Paese.

E’ iniziato con un incontro sul lungomare, una lunga chiacchierata e un rientro notturno.

E’ continuato con chiamate, email, ricerche. Con risposte, errori e porte in faccia. Successi, incontri e citazioni.

Ora è finito, e anche se la strada da fare è ancora tanta, finalmente sentiamo che questi primi due mesi di sforzi potranno servire a qualcosa. Consapevoli di aver fissato la nostra asticella molto in alto, stiamo dando il massimo per saltare abbastanza da oltrepassarla ed atterrare senza farci male.

Il nostro obiettivo rimane sempre e solo quello di raccontare le storie che non ricevono l’attenzione sufficiente perché le cose cambino.

Sperando che questa lettera, viaggiando sulla giusta rotta nel tempo, vi trovi e vi faccia piacere,

Vi mandiamo un saluto dall’8 maggio 2017.

Antonella, Alessia

*finaliste della sesta edizione del Premio Morrione con i progetto di video inchiesta “I canali”