Mario Catalano

    finalista ottava edizione del Premio Morrione

    categoria video 

    Ventisette anni, nato a Termini Imerese (Palermo), Mario Catalano è giornalista pubblicista da febbraio
    2017. Diplomato al liceo scientifico, attualmente è iscritto al corso di studio di Scienze Politiche all’Università “La Sapienza” di Roma. In passato ha collaborato con diverse testate giornalistiche locali e regionali, tra cui: Giornale di Sicilia, Quotidiano di Sicilia e Meridionews. Da due anni è uno dei collaboratori della redazione palermitana di Repubblica, occupandosi di politica, cultura e cronaca giudiziaria. Nel 2018 è stato il vincitore del Premio Giornalistico Internazionale “Cristiana Matano” nella sezione “giornalista emergente under 30” con l’articolo “Ismail, il modello arrivato sul barcone”.
    Da settembre è in libreria la sua opera prima “Due anni a Brancaccio con Padre Puglisi”, un libro-intervista a Gregorio Porcaro, vice parroco di don Pino Puglisi, nella sua missione a Brancaccio, l’anno precedente la barbara uccisione da parte di “Cosa Nostra” avvenuta il 15 settembre 1993 in occasione del suo 56° compleanno, e l’anno successivo, rivelando aspetti inediti della sua umanità e arricchendo con testimonianze dirette la figura rivoluzionaria e cristiana del Beato che, in nome del Vangelo, ha sfidato la mafia. Per il giornalista termitano: «La ricerca della verità è un lavoro che richiede tre ingredienti molto importanti: forte determinazione, grande umiltà e massima serietà».

    CONDIVIDI
    Articolo precedenteRuggero Scotti