Linda Bimbi e lo spirito del Premio Morrione

Linda Bimbi e lo spirito del Premio Morrione

Salutiamo Linda Bimbi, compagna di strada insieme alla Fondazione Basso della nostra associazione e del Premio Morrione.

L’11 agosto 2016 -come scrive nel suo profilo fb la Fondazione Basso- si è conclusa la sua lunga vita, spesa in Brasile, in Italia, in Europa, in un continuo impegno di solidarietà nei confronti dei popoli oppressi e di promozione culturale dei  giovani ai valori della conoscenza, della dignità delle persone, della  giustizia sociale. Preziosa collaboratrice di Lelio Basso, di cui ha raccolto l’eredità  per quasi un quarantennio nell’ambito della Fondazione Basso, che ne piange la scomparsa.

“Roberto Morrione aveva una grande ammirazione per lei. Non solo per tutto ciò che era e che ha fatto nella sua lunga infaticabile vita, ma anche per quel suo modo di fare discreto, apparentemente mite, mai sopra le righe e però tenace, rigoroso, chiaro. E per la sua fiducia infinita nei giovani.”- dichiara Mara Filippi Morrione, portavoce del Premio Morrione e dell’Associazione Amici di Roberto Morrione

Linda ha incarnato appieno lo spirito del Premio Morrione.

Laureata in glottologia, Linda Bimbi ha vissuto molti anni in Brasile dal quale è fuggita con l’avvento della dittatura. Autrice di numerosi scritti sui Paesi dell’America Latina, nel 1973 inizia a collaborare con il “Tribunale Russel II per l’America Latina” divenendo poi Segretaria generale della Fondazione internazionale Lelio Basso per il diritto e la liberazione dei popoli, nonché della “Lega internazionale per i diritti e la liberazione dei popoli”.

Vi invitiamo a leggere il ricordo di Luciana Castellina su Il Manifesto, l’articolo di Lucia Capuzzi per Avvenire e il pezzo di Gabriele Della Morte  per Huffington Post.

La vita di Linda Bimbi è stata raccontata dal libro  Linda Bimbi. Una vita tante storie (Edizioni Gruppo Abele 2015), della giovane antropologa Chiara Bonifazi.